Riccardo Michielin

Metti in moto la tua passione con Riccardo Michielin

“Il mondo funziona con l’energia. Non mi riferisco solo all’energia elettrica, ma più in generale all’energia che mettiamo nel portare avanti i nostri progetti. Sono la nostra passione e le nostre ambizioni a muovere ogni cosa. Dovremmo tutti trasformare la nostra Energia in un’occasione per vivere i nostri sogni. Come il giovanissimo Riccardo. A chi pensa che i ragazzi d’oggi siano tutti passivi, svogliati e privi di sogni, consiglio di seguire la sua storia.”


 
Roberto Zuccaro

In Connection crediamo molto nelle nuove generazioni. Ci sono tanti i progetti che stiamo portando avanti per valorizzare i giovani, non solo tra i dipendenti dell’azienda. Un esempio è la sponsorizzazione della carriera motociclistica del giovane Riccardo Michielin. Perché solo coinvolgendo le nuove generazioni è possibile realizzare un cambiamento effettivo, che duri nel tempo. 

Intervista a Riccardo Michielin

Come procede la stagione 2022?

La stagione è iniziata da poco, le novità sono molte: categoria nuova con piloti molto veloci, veri e propri circuiti dove si disputano le gare più importanti e motocicletta tutta da scoprire. Tanta esperienza da accumulare. Uno stimolo a far bene.

Come ti prepari per le gare del Campionato? E cos’è fondamentale prima di una gara?

Innanzitutto mi alleno molto a casa cercando di migliorarmi sempre, mi concentro sui punti dove posso essere più veloce, preparando con il Team la moto nel migliore dei modi.
Prima di una gara vado a dormire presto, mi rilasso e prima della partenza ascolto i consigli del mio Capo meccanico. Di solito la mamma mi telefona per augurarmi: “in bocca al lupo”.

Chi è il tuo mito e chi guardi con ammirazione?

Il mio pilota preferito è Fabio Quartararo, perché è forte, veloce e non si arrende mai.

Cosa ti appassiona delle moto e com’è nata questa passione?

Della moto mi appassiona la velocità, questa passione è nata grazie al papà perché fin da piccolo volevo salire sulla sua moto e chiedevo sempre di averne una anch’io.

Quanto pensi sia importante il supporto degli sponsor?

Il supporto degli sponsor è pressoché fondamentale, per poter proseguire verso le categorie successive e superiori in questo sport bellissimo.

Finora quale circuito più bello e perché?

Finora il circuito che più mi è piaciuto è Jerez perché ha molte curve veloci con molti dislivelli. Inoltre è il primo circuito da Mondiale in cui ho gareggiato.

Cosa fai quando non sei in pista?

Oltre ad allenarmi vado a scuola, frequento la prima media, mi diverto con i miei amici ma sono molto affezionato al nonno Emilio con il quale gioco spesso.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Il mio sogno è poter gareggiare nel Mondiale, con i piloti più forti.

Ti piace questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Area Riservata